Design Logo

Performance

Cifre al 30 settembre 2021

Nel terzo trimestre del 2021 si è confermata la tendenza, già delineatasi nel trimestre precedente, a una leggera flessione della crescita economica globale. Alla battuta d’arresto degli effetti di sostegno ottenuti all’inizio della pandemia grazie alle misure di politica finanziarie e fiscale si sono aggiunte le difficoltà di approvvigionamento in tutto il mondo e la diffusione della variante Delta di COVID-19, fattori che hanno ulteriormente indebolito la crescita economica frenando gli sviluppi positivi che si erano visti nei primi mesi dell’anno. Negli Stati Uniti l’inflazione ha dominato le discussioni tra gli operatori del mercato in seguito all’attestarsi dell’indice dei prezzi al consumo a un livello superiore al 5 per cento. Nello stesso periodo, l’inflazione nell’area euro ha superato il 3 per cento.
Il quadro inflazionistico ha avuto un impatto diretto sui tassi d’interesse, che hanno continuato a salire fino alla fine del periodo di riferimento. Le obbligazioni hanno pertanto registrato perdite di valore praticamente ovunque. I mercati azionari, dal canto loro, sono riusciti a resistere a questa pressione, uscendone in alcuni casi incolumi. Solo il possibile fallimento della società immobiliare cinese Evergrande e la conseguente potenziale reazione a catena sui mercati finanziari globali sono stati in grado di spingere significatamene verso il basso, almeno a breve termine, i prezzi delle azioni.

A livello di portafoglio globale, la performance nel terzo trimestre è stata pari a +3,85%, ma comunque 0,91 punti percentuali sotto il benchmark. Le categorie d'investimento “azioni”, “immobili” e “investimenti alternativi” hanno contribuito al risultato positivo, mentre le obbligazioni hanno influito in modo negativo di (-0,91%) sul rendimento complessivo.

Grado di copertura stimato

Il grado di copertura provvisorio identificato per l’anno d’esercizio in corso è un valore indicativo calcolato in maniera approssimativa. A tal fine si opera un confronto tra il patrimonio disponibile alla data di riferimento in cui viene effettuato il calcolo infrannuale e il registrato al passivo attualizzato in maniera lineare (capitali di risparmio degli assicurati attivi e riserva matematica dei beneficiari di rendite con relativa remunerazione). Ai fini del calcolo approssimativo non vengono prese in considerazione le mutazioni nell’effettivo degli assicurati.

L’aggiornamento della performance al 31 dicembre 2021, comprensivo del grado di copertura provvisorio, seguirà a fine gennaio 2022.

Cassa pensioni Posta

Viktoriastrasse 72

3000 Berna 22

Tel.


+41 (0)58 338 56 66

Fax duplicate #1

+41 (0)58 667 63 77

MENUHOMELINGUECONTATTORICERCA